La diagnostica nello studio del Medico di Medicina Generale : il nuovo AIR Liguria – presentazione di Andrea Stimamiglio

Loading

Il nuovo AIR della Regione Liguria ribadisce, come già scritto nell’AIR del 2013, che lo studio del MMG è il luogo più idoneo per eseguire le prestazioni diagnostiche di primo livello (ECG, spirometria, ECG holter, ecografie, doppler, ABPM, prelievi ematici, etc) , sia per far fronte a problematiche acute, sia per controllare i problemi cronici dei pazienti

Il MMG è tenuto a consegnare al paziente un referto firmato da lui o da medico con idonee competenze da lui incaricato

L’AIR prevede anche che gli Specialisti di riferimento e i MMG si vedano almeno 3 volte all’anno fuori dell’orario lavorativo per tenere sessioni di aggiornamento; al MMG è riconosciuto un gettone di presenza

Si stabilisce anche che in ogni distretto ligure per 16 ore tutti i giorni compreso i festivi un MMG a rapporto orario sia disponibile a visitare pazienti a bassa complessità (come per esempio con coliche renali, sospette diverticoliti, sospette broncopolmonite, etc) che necessitino di esami e consulenze. I pazienti non possono recarsi autonomamente a farsi visitare in questi presidi, ma devono essere inviati dal Medico Curante o dal centralino di guardia medica. Il MMG a rapporto orario di turno ha a disposizione una infermiera dedicata, accesso alla cartella clinica del paziente, ECG e ecografo per eseguire visite ecoguidate, la possibilità di eseguire esami radiologici ed ematici, nonché di attivare teleconsulenze specialistiche.

L’AIR stabilisce infine che tutti i MMG liguri possono richiedere personale di servizio (segretariale e infermieristico), prevedendo tariffe raddoppiate rispetto a quanto previsto dall’ACN

E’ attualmente allo studio una seconda parte dell’AIR che si occupi delle attività presso gli studi dei MMG, considerati presidi spoke del SSN, con particolare riguardo alle cronicità, alle vaccinazioni, alle attività di prevenzione